Concerti

DUO SATIE in CONCERTO

Lunedì 13 febbraio 2017

Torna ai concerti in programma

Foto Duo 1

La Fondazione Fossano Musica presenta una serata musicale dedicata alla chitarra. Ospiti, nella splendida cornice della sala concerti di Palazzo Burgos, saranno Maurizio Baudino e Luca Squatrito. I due chitarristi di assoluto rilievo compongono insieme il DUO SATIE.

Il duo nasce dall’incontro tra due musicisti che hanno condiviso a lungo uno stesso percorso musicale. Dopo essersi diplomati con il massimo dei voti presso i Conservatori di Musica di Fermo e Cuneo hanno partecipato a masterclass tenute, fra gli altri, dai Maestri A. Gilardino, A. Pierri, M. Barrueco, P. Pegoraro, T. Hoppstock, S. e O. Assad, C. Marchione, P. Steidl ed E. Isaac, per poi continuare la loro formazione artistica e strumentale con il M° G. Bandini e con il M° G. Puddu e, presso l’Accademia “Incontri con il Maestro” di Imola, con il M° K. Bogino.

Vincitori di premi in concorsi solistici e di musica da camera hanno suonato, in varie formazioni, per numerose associazioni ed enti musicali italiani ed internazionali esibendosi, tra le altre, presso la Mediterranean Conference Centre de La Valletta (Malta), il Teatro Mariinsky di San Pietroburgo, il Teatro Stanislavsky di Mosca e la Großer Musikvereinssaal di Vienna ed in teatri a Parma, Firenze, Brescia, Terni, Faenza, Ravenna.

Il duo ha intrapreso un percorso di ricerca e perfezionamento per la riscoperta del repertorio originale inedito per due chitarre e per la valorizzazione dei giovani compositori italiani, affiancato alla composizione e trascrizione di nuove opere e nel 2012 ha inciso in prima mondiale la trascrizione per due chitarre delle Consolations di F. Liszt.

I due musicisti svolgono intensa attività didattica in scuole ed istituzioni in Emilia Romagna e Piemonte, oltre ad essere invitati come docenti ed assistenti in Corsi di perfezionamento.

Suonano una chitarra in abete e palissandro del liutaio siciliano Antonino Scandurra ed una in abete e ciliegi del liutaio piemontese Alberto Risi